Passa ai contenuti principali

Blog in vacanza + consiglio libroso!



Buone vacanze a tutti!
Concluso il primo anno universitario e la sessione di esami finalmente mi concedo una più che meritata vacanza in compagnia di tanti bei libri.

Siccome so che anche voi amate leggere, voglio consigliarvi uno dei miei libri: “La neve di agosto” disponibile sia in formato digitale che cartaceo.
È la storia di tre uomini, Luke, Lance e Dean, una storia difficile fatta di disperazione, riscatto personale e speranza, che si svolge in pochissimo tempo nell’assolata e impietosa New York.

Eccovi un piccolo estratto:

19 agosto.
Ore 17 e 45 minuti.

Ogni mattina, quando era ancora un bambino e poco sapeva della vita, Lance Carrington amava ascoltare la voce dolce di sua madre Susan che dopo avergli preparato una tazza di latte colma di cereali al mais ricoperti da un sottile strato di cioccolato (Lance adorava quei cereali sopra ogni altra cosa) gli sedeva accanto e guardandolo negli occhi gli diceva sempre che la vita era una cosa meravigliosa.
Spesso complicata, a volte dolorosa e incomprensibile, ma in ogni caso meravigliosa e unica.
Tutti amano la vita, Lance, ripeteva sua madre instancabilmente, non dimenticarlo mai.
Anche se sembra assurda, anche se a volte vorresti lasciare ogni cosa e anche se qualcuno lo fa, ricorda di non biasimarli perché anche quelle persone hanno amato la vita.
Lo aveva detto anche il giorno che si era gettata dal tetto della loro bella villa con i mattoni a vista, i vasi colmi di fiori che pendevano dai davanzali delle finestre al primo piano e il piccolo campo da basket che suo padre aveva ricavato nello spiazzo vicino al garage.
Un volo che le aveva causato la rottura del collo e lo spappolamento degli organi interni.
Morte istantanea e indolore, aveva decretato il coroner che aveva visionato la scena con aria professionale mentre parlava con il signor David Carrington, usando quel tono di finto conforto che Lance non riusciva tuttora a sopportare.
Morte istantanea significava sangue e pezzi di materia cerebrale sparsi dappertutto, come una brutta imitazione di un quadro di Jackson Pollock.
Morte istantanea significava sua madre che giaceva riversa sul cemento, con gli occhi spalancati e gli arti scomposti come una bambola rotta.
Sua madre che amava a tal punto la vita da decidere di rinunciarvi.
Quel giorno Lance compiva dieci anni.
In quel preciso istante aveva compreso che il mondo era un vero schifo, che in realtà nessuno amava davvero la vita perché era qualcosa di troppo duro da affrontare e che spesso le persone preferivano trovare una rapida soluzione ai loro problemi.
Una soluzione chiamata suicidio.

Il libro è in vendita in tutti i migliori negozi on line.
Se lo leggerete e apprezzerete, ricordatevi anche delle mie altre pubblicazioni!


Commenti

Olivia Hessen ha detto…
Buonissime vacanze tesoro!!!!
Francesca A. Vanni ha detto…
Ti auguro buone vacanze.
Un abbraccio.
Lucia ha detto…
Wow! Amo questa saga e approfondire il mondo di Harry Potter non può che farmi piacere. Un abbraccio!!
Buona lettura ha detto…
Buone vacanze :)
Francesca A. Vanni ha detto…
La neve di agosto mi è piaciuto molto, speriamo che altri lettori lo apprezzino.
Buone vacanze, ti abbraccio.
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Grazie ragazze, a presto!

Post popolari in questo blog

Lucrezia segnala: "Il giorno del dolore" di Francesca A. Vanni

Tag: le cose che piacciono a me