Passa ai contenuti principali

Blu (il mio nuovo libro!)




Irlanda, un giorno come tanti altri.
C’è un uomo, seduto su una scogliera, immerso nei suoi pensieri.
E c’è Blu.
Blu è un nome, un ricordo, e anche molto di più.
È un amore intenso e grande come l’universo, ma fragile come una stella cadente.
È la storia di qualcosa di talmente splendido che non si può dimenticare.

Cos’è Blu?
È il mio libro, un libro breve ma molto intenso, scritto durante quest’ultimo anno scolastico.
È una storia d’amore, dolore, speranza, amarezza... insomma, nelle mie pagine spero di essere riuscita nel mio intento che è quello di emozionarvi!

Dove potrete acquistarlo (in formato solo elettronico, così evitiamo di abbattere inutilmente tanti alberi) ?
Beh, io vi elenco qui qualche negozio ma poi cercate, cercate e troverete!
-IBS

Io nel frattempo vi salute e mi ritiro per un po’ in vista dell’imminente maturità.
Un abbraccio!

Commenti

Francesca A. Vanni ha detto…
Bravissima, ce l'hai fatta!
Lo leggerò senz'altro :-)
Claudia Turchiarulo ha detto…
Quindi stai per diventare matura. Che peccato. Dai 18 ai 30 é un attimo.
Ahah
Scherzo. Complimenti per il libro. Sembra interessante. Un abbraccio.
Complimenti per la pubblicazione e in bocca al lupo per la maturità!
Olivia Hessen ha detto…
Bravissima, appena ho qualche soldino da parte lo compro e lo leggo!
Anke Agata Russo ha detto…
Applausi all'autrice!
Metto il tuo libro nella wishlist ;-)
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Grazie a tutti per i vostri commenti!
Ora torno a lezione :-)
Ofelia Deville ha detto…
L'ho comprato oggi, ti farò sapere cosa ne penso dopo averlo letto.
Un abbraccio
Lucrezia Ruggeri ha detto…
@Ofelia Deville
Grazie tante!
Baci.

Post popolari in questo blog

Post leggero leggero...

Il vecchio e il bambino

Un vecchio e un bambino si preser per mano
e andarono insieme incontro alla sera.
La polvere rossa si alzava lontano
e il sole brillava di luce non vera.

L'immensa pianura sembrava arrivare
fin dove l'occhio di un uomo poteva guardare
e tutto d'intorno non c'era nessuno
solo il tetro contorno di torri di fumo.

I due camminavano, il giorno cadeva
il vecchio parlava e piano piangeva
con l'anima assente, con gli occhi bagnati
seguiva il ricordo di miti passati. I vecchi subiscon le ingiurie degli anni
non sanno distinguere il vero dai sogni
i vecchi non sanno nel loro pensiero
distinguer nei sogni il falso dal vero.

E il vecchio diceva guardando lontano:
"Immagina questo coperto di grano.
Immagina i frutti, immagina i fiori
e pensa alle voci e pensa ai colori"

"E in questa pianura, fin dove si perde
crescevano gli alberi e tutto era verde
cadeva la pioggia, segnavano i soli
il ritmo dell'uomo e delle stagioni."

Il bimbo ristette, lo sguardo e…

Era meglio se restavo figlia unica!