Passa ai contenuti principali

Gatti!



Per rinfrancar lo spirito durante lo studio...



(tutte le immagini sono prese dal web)

Commenti

Anke Agata Russo ha detto…
Splendidi!!!!
Riccardo Giannini ha detto…
Sono un tantino inquietanti :D
MikiMoz ha detto…
Immagini bellissime, divertentissime e rilassanti^^

Moz-
Mariella ha detto…
Che belli!
Ci volevano proprio queste foto.
Smack.
immagini davvero divertenti, i gatti sono uno spettacolo!
Francesca A. Vanni ha detto…
Miao, sono tutti matti!
Buona lettura ha detto…
Bellissimi ;)
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Grazie a tutti voi che avete riso vedendo questi bizzari, meravigliosi e anche un po' inquetanti gatti!
Alla prossima :-)
iacoponivincenzo ha detto…
Io sono felinamente un felide per cui adoro i gatti. Loro se ne accorgono. Difficilmente un gatti scappa in mia presenza o dimena la coda, o fa il codone.
Mi annusa ben bene, percepisce i miei feroni positivi e generalmente mi miagola e cerca il contatto fisico.
Anna Maria che non li può soffrire subisce quei loro soffi caratteristici stizzosi e cattivelli e dice che sono stato io a suggerirlo al gatto.
Tutta invidia.
Lucrezia Ruggeri ha detto…
@iacoponivincenzo
Mah, non so... visto il felino diabolico che sei, magari dai davvero diabolici suggerimenti ai tuoi amici!!!
Baci :-)

Post popolari in questo blog

Post leggero leggero...

Il vecchio e il bambino

Un vecchio e un bambino si preser per mano
e andarono insieme incontro alla sera.
La polvere rossa si alzava lontano
e il sole brillava di luce non vera.

L'immensa pianura sembrava arrivare
fin dove l'occhio di un uomo poteva guardare
e tutto d'intorno non c'era nessuno
solo il tetro contorno di torri di fumo.

I due camminavano, il giorno cadeva
il vecchio parlava e piano piangeva
con l'anima assente, con gli occhi bagnati
seguiva il ricordo di miti passati. I vecchi subiscon le ingiurie degli anni
non sanno distinguere il vero dai sogni
i vecchi non sanno nel loro pensiero
distinguer nei sogni il falso dal vero.

E il vecchio diceva guardando lontano:
"Immagina questo coperto di grano.
Immagina i frutti, immagina i fiori
e pensa alle voci e pensa ai colori"

"E in questa pianura, fin dove si perde
crescevano gli alberi e tutto era verde
cadeva la pioggia, segnavano i soli
il ritmo dell'uomo e delle stagioni."

Il bimbo ristette, lo sguardo e…

Era meglio se restavo figlia unica!