Passa ai contenuti principali

Non dimentichiamo!

“L’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria.”
Primo Levi


Commenti

Riccardo Giannini ha detto…
Brava Lucre, soprattutto voi giovani cercate di portare avanti l'importanza del ricordo della storia...contrastando quelli che la storia la vogliono riscrivere.
Anke Agata Russo ha detto…
Ciao Lucrezia, mi chiamo Anke e sono una studentessa nerd nuova blogger.
Ti aspetto sul mio blog, se ti va.
Un abbraccio!!!!
Buona lettura ha detto…
Bellissima citazione.
Francesca A. Vanni ha detto…
Esatto, mai e poi mai dimenticare.
Un abbraccio.
Ricordare è fondamentale per saper riconoscere anche oggi situazioni nelle quali questo pericolo di nuovi orrori può annidarsi, per stanarlo, denunciarlo e sconfiggerlo.
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Sì, appunto, perché di caz... se ne leggono fin troppe.
Un abbraccione!!!!
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Benvenuta!!! Vengo subito sul tuo blog :-)
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Grazie, baci
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Un abbraccio anche a te :-)
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Niente, mi inchino di fronte alla tua saggezza :-)

Post popolari in questo blog

Post leggero leggero...

Il vecchio e il bambino

Un vecchio e un bambino si preser per mano
e andarono insieme incontro alla sera.
La polvere rossa si alzava lontano
e il sole brillava di luce non vera.

L'immensa pianura sembrava arrivare
fin dove l'occhio di un uomo poteva guardare
e tutto d'intorno non c'era nessuno
solo il tetro contorno di torri di fumo.

I due camminavano, il giorno cadeva
il vecchio parlava e piano piangeva
con l'anima assente, con gli occhi bagnati
seguiva il ricordo di miti passati. I vecchi subiscon le ingiurie degli anni
non sanno distinguere il vero dai sogni
i vecchi non sanno nel loro pensiero
distinguer nei sogni il falso dal vero.

E il vecchio diceva guardando lontano:
"Immagina questo coperto di grano.
Immagina i frutti, immagina i fiori
e pensa alle voci e pensa ai colori"

"E in questa pianura, fin dove si perde
crescevano gli alberi e tutto era verde
cadeva la pioggia, segnavano i soli
il ritmo dell'uomo e delle stagioni."

Il bimbo ristette, lo sguardo e…

Era meglio se restavo figlia unica!