Passa ai contenuti principali

Ho letto proprio un bel fantasy...



 
Ce l’ho fatta, finalmente sono riuscita a finire il libro di cui volevo parlarvi prima dell’inizio di maggio e del rush scolastico finale pre maturità.
Il romanzo è il fantasy di Ilaria Vecchietti che vi avevo segnalato a gennaio in questo post, e si intitola “L’isola dei demoni”.

Partiamo dalla storia.
Ci troviamo nella fantastica Terra del Nord, in una città chiamata Roccia che è un po’ un programma.
A Roccia esistono i Guerrieri, combattenti dai grandi poteri che sono tenuti in enorme considerazione (un po’ come i maghi della Le Guin).
E così arrivano i protagonisti: Elia, Grigoria, Leandro e Rigoberto.
Come faranno quattro ragazzi che “non si pigliano” nemmeno a pregare a salvare non solo Roccia ma tutto il loro mondo?

Io lo so, perché il libro l’ho letto e mi è piaciuto molto.
È fresco, ben scritto (anche se, in alcuni punti, ho un po’ faticato a comprendere chi stava dicendo una frase. Però ci sta, d’altra parte anche io con i miei primi racconti, quelli che non ho ancora pubblicato perché vanno strarevisionati, facevo addirittura casini molto peggiori!), avventuroso, emozionante e divertente.
Splendido l’ottimismo di Elia: anche se gli cade un macigno addosso, lui rimane ottimista!
Vi avviso solo su una cosa: questo libro gioca sul “dico e non dico” quindi attenti, perché niente è come sembra.

Consigliatissimo!

Commenti

Susanna Power ha detto…
Un buon libro si segna sempre nella wishlist!
Thanks for post ;-)
MikiMoz ha detto…
Non il mio genere, ma fai bene a supportare queste iniziative.
Comunque, figo il giocare sul dico-non dico, perché stimola la fantasia e fa anche restare spiazzati^^

Moz-
Riccardo Giannini ha detto…
Domanda da profano: l'ambientazione è una sorta di mondo medioevale ucronico?
Non è il mio genere ma apprezzo sempre le tue recensioni e le leggo sempre con piacere.
Sugar Free ha detto…
Confermo, è proprio un bel libro ed è un peccato che i personaggi non esistano sul serio!
Anke Agata Russo ha detto…
Messo in lista!
Ofelia Deville ha detto…
Brava, vale sempre la pena di segnalare un buon libro quando lo si legge.
Facciamo girare i libri!
Buona lettura ha detto…
Grazie Lucrezia!
Bellissima recensione, e sono felicissima che ti sia piaciuto il mio libro!
Una bacione grandissimo!
Lucrezia Ruggeri ha detto…
Ragazzi grazie per i commenti e scusate il ritardo, ma sono davvero impegnatissima con lo studio :-)

Sì, comunque il libro è un fantasy medievale ucronico ed è molto, molto bello!

Post popolari in questo blog

Post leggero leggero...

Il vecchio e il bambino

Un vecchio e un bambino si preser per mano
e andarono insieme incontro alla sera.
La polvere rossa si alzava lontano
e il sole brillava di luce non vera.

L'immensa pianura sembrava arrivare
fin dove l'occhio di un uomo poteva guardare
e tutto d'intorno non c'era nessuno
solo il tetro contorno di torri di fumo.

I due camminavano, il giorno cadeva
il vecchio parlava e piano piangeva
con l'anima assente, con gli occhi bagnati
seguiva il ricordo di miti passati. I vecchi subiscon le ingiurie degli anni
non sanno distinguere il vero dai sogni
i vecchi non sanno nel loro pensiero
distinguer nei sogni il falso dal vero.

E il vecchio diceva guardando lontano:
"Immagina questo coperto di grano.
Immagina i frutti, immagina i fiori
e pensa alle voci e pensa ai colori"

"E in questa pianura, fin dove si perde
crescevano gli alberi e tutto era verde
cadeva la pioggia, segnavano i soli
il ritmo dell'uomo e delle stagioni."

Il bimbo ristette, lo sguardo e…

Era meglio se restavo figlia unica!